Vince la Køpi! E com’è!

Lunedì scorso la Køpi ha pubblicato sul loro sito una dichiarazione per la sua vittoria sulla speculatori immobiliari e la loro esistenza! Ringraziano esplicitamente i residenti per i loro numerosi sostenitori e amici. Per il sostegno diverso, le manifestazioni, le attività di solidarietà, le donazioni, la massiccia pressione pubblica siamo in una posizione sufficientemente forte nel corso dei negoziati con il proprietario per evitare uno (già programmato) sgombero della casa di distanza. Ora si deve continuare. Altri progetti anche hanno bisogno d’aiuto!

Questa vittoria è soltanto un’ inizio. A Berlino, il XB Liebig e altri progetti nella strada Liebig 34, il progetto di Riga 84, la R94 con Kadterschmiede, e il progetto Brunnenstraße 183 con il Umsonstladen (negozio per niente) sono minacciati acutamente-dopo il loro sgombero nel 2005 – hanno occupato il Bethanien (adesso New York).

Adesso la Køpi ha vinto. Per trent’anni c’è calma. Il Schwarzer Kanal (Canale Nero), d‘altra parte, il posto a fianco della Køpi rimane a rischio. Sebbene non vi sia inizialmente a titolo provvisorio dichiarazione di tolleranza, tuttavia, lo status d’ulteriori negoziati. Lo sfratto non deve essere temuto, ma con un nuovo proprietario ci saranno dei conflitti inevitabili. Qui è, quindi, continuare a rimanere vigile.

Il nuovo proprietario del Køpi ha prolungato puntualmente per il 18 compleanno della Køpi i contratti per tutti i piani residenziali per 30 anni. Il licenziamento per il 31 maggio per i residenti è stato ritirato. Quindi, non esistono le posizioni irrisolte giuridiche su tutta la casa più terreno: Tutti i locali e il cortile e il giardino sono espliciti efficaci contratti d’affitto.

Il Køpi rimane, e com’è!