Farabutti anche a Berlino

No al Guinzaglio - Liberta di Stampa Sabato scorso più di 300 mila cittadini hanno dimostrato sull’insegna No All‘Informazione al Guinzaglio a Roma e in alcune altre città europee per la libertà di stampa e contro la politica centrodestra di Silvio Berlusconi. La campagna mediale contro i giornalisti di Rai Tre, La Repubblica, L’Unità e Dino Boffo ha dato luogo alla Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI) di organizzare la manifestazione nella capitale.

Hanno risposto all’appello anche tanti italiani vivendo all’estero. A Berlino, ad esempio, sono venuti 50 persone di fronte all’Ambasciata d’Italia nella Hiroshimastraße. La deputata eletta nella Circoscrizione Estero Europa per il Partito Democratico, Laura Garavini, ha invitato gli italiani berlinesi di unirsi in lontanza segnando la solidarietà per i giornalisti insultati da Berlusconi come Farabutti. Oltre a Garavani hanno parlato i rappresentati del Media Club Germania, della federazione berlinese del Deutscher Journalistenverband (DJV), la Federazione dei giornalisti tedeschi, e della Deutsche Journalistenunion (DJU), l’unione dei giornalisti tedeschi presso il sindacato ver.di.

PCI in Berlino - Berliner Farabutten

Nelle dichiarazioni di solidarietà è stato menzionato che il comportamente di Berlusconi di fronte alle quotidiani e giornali indipendenti rimasti non è accetabile. Inoltre la DJU ha condannato la circoscrizione della libertà d’informazione e di stampa in Italia che sono dannegiato anche nella Germania a causa della nuova legge per il Bundeskriminalamt (BKA), l’ente federale criminale, e tutte le misure privative e limitative della libertà che imprimendo lo stato di sorveglianza. A questo proposito la parlatrice ha dato l’avviso alla grande manifestazione Freiheit statt Angst (Libertà anzichè paura) del 12 settembre a Berlino.

Sono venuti anche qualche seguace del Partito Comunista Italiano che sventolavano la sua bandiera. Il loro comportamento, purtroppo, non è stato accettato dagli altri partecipanti della manifestazione. Così, la bandiera rossa è sparita velocemente.


2 Antworten auf „Farabutti anche a Berlino“


  1. 1 daisy 05. Oktober 2009 um 21:31 Uhr

    Farabutti di tutto il mondo UNITEVI! :-)

  2. 2 daisy 05. Oktober 2009 um 21:35 Uhr
Die Kommentarfunktion wurde für diesen Beitrag deaktiviert.